martedì 25 novembre 2008

Io sono ancora viva

Dopo piu' di 6 mesi dall'ultimo post eccomi ancora qui.
Che dirvi? Io sto bene ragazzi... 6 mesi sono veramente tanti.. e di cose ne sono successe...

Perche' non ho scritto per cosi' tanto tempo?
Un motivo preciso non c'e'..
.. C'e' dopo un anno in un posto non ti senti piu' un turista qui' per caso..
.. C'e' che la vita di tutti giorni diventa sempre piu' personale e meno documentario da seguire in tempo reale..
.. C'e' che eventi relativamente intensi possono incrociare la tua vita.. e questi ti fanno mettere il blog in secondo piano..
.. C'e' che cominci a rinviare gli aggiornamenti... aspettando un momento di stabilita' tra i vari picchi di emozioni...
.. C'e' che hai paura che il momento di tranquillita' sia solo apparente.. e continui ad aspettare..

C'e' che forse non si puo' aspettare all'infinito.. e cosi' eccomi qui a scrivere qualche riga per chiunque fosse interessato a seguire la vicenda di "una Milanese a Dublino"

Che raccontarvi?

Prima di tutto ci vuole un aggiornamento sulla situazione irlandese.
Devo dire che e' cambiata parecchio: la tigre celtica si e' fatta ormai vecchia.. e dopo anni a cavallo del miracolo economico europeo, quest'anno l'Irlanda e' stata il primo paese ad entrare in recessione. Ogni giorno si sente di aziende che chiudono lasciando a casa i propri dipendenti. Insomma, in generale non e' un momento dei migliori.

Ciononostante la mia situazione lavorativa non e' per niente male.
Quest'estate sono stata assunta a tempo indeterminato come programmatrice C++ e non posso proprio lamentarmi di quello che faccio.
Il mio team ha cambiato progetto.. ed ora lavoriamo in collaborazione con un team tedesco. Devo ammettere che i crucchi hanno dei ritmi lavorativi veramente elevati (perlomeno confrontato con quelli locali :D) e, a differenza degli irish, non hanno peli sulla lingua e non si fanno problemi a dire quello che pensano... e nonostante cio non mi ci trovo per niente male.

Che altro raccontarvi? Vacanze? Quest'estate sono stata nella penisola di Dingle e recentemente sono stata dalle parti di Cork, Kilkenny e nella vicina Kildare. Splendidi posti..
Eccovi qualche foto che ho sottomano:
Dingle:
Dingle

Dingle 2:
Dingle 2

Me in Dingle:
me in Dingle

The Curragh:
Sheep in the Curragh

NewGrange:
Newgrange

Altro?
Settimana scorsa e' finito il torneo aziendale di calcetto (balilla) e quest'anno sono riuscita ad arrivare terza (con tanto di medaglia che ho appeso alla scrivania :D)!
E' sempre una soddisfazione quando riesco a conquistare qualcosa e sono l'unica ragazza a partecipare.. ed e' sempre divertente guardare le faccie della gente stupita quando vinco contro omoni grandi il doppio di me.. ed e' esilarante origliare conversazioni di gente in azienda (che neanche conosco) che parlano di quanto fossi "deadly" a segnare dalla difesa :D

Questo mi ricorda di poter parlare dell'argomento: inglese.
Vi chiederete qual'e' la mia situazione con l'inglese dopo circa un anno e 8 mesi..
E vi dico che proprio ieri notavo quanto e' bello poter ascoltare la radio, guardare la televisione, partecipare a conversazioni.. con molti meno problemi. Insomma i frutti finalmente si vedono :) (anche se di spazio di miglioramento ancora ce n'e' tanto :) ).

Beh, ora vi saluterei perche' si e' fatto tardi..
Ci sentiamo presto.. (almeno spero :D).

Baci a tutti,
Grazia

venerdì 2 maggio 2008

AAA informazione di servizio

Un sacco di cose sono accadute e stanno accadendo.
Io ho cambiato casa e non avro' internet per un po'... per questo non riesco neanche ad aggiornare il blog. Ora sono qui a lavoro.. saro' l'ultima ad uscire in questo Venerdi di bank-holliday (il venerdi prima del lunedi' festivo) solo per dirvi che sono ancora viva.

Dopo l'america per la prima volta.. mi sono fatta Londra per la prima volta.
Mi sono innamorata della tube (la metropolitana).
Siamo stati li 3 giorni.. e siamo stati in grado (io e il Maury) di visitarne solo un pezzettino.. appena posso ci voglio tornare.

Di novita' lavorative ancora nulla. Il mio team nel giro di un mese probabilmente si sfascia. Il mio capo dice che fara' di tutto per tenermi.. nonostante la situazione precaria. bah!!!

Voglio pero' raccontarvi questo piccolo aneddoto: un paio di settimane fa, il mio team ha dedicato 3 giorni per fare una specie di concorso: sviluppare un'applicazione usando delle API forniteci da un prodotto che e' entrato recentemente in possesso della mia compagnia.
Ci hanno partecipato tutti i programmatori ed io ero l'unica QA (in totale tra qui e l'america eravamo piu' di una decina di persone). Alla fine il capo, del capo del mio capo ha deciso qual'era l'applicazione migliore.
indovinate un po'? ha deciso che era la mia :P :P Lo considero veramente un piccolo successo. Ho vinto una fantastica(!!) borsa porta computer.. (senza computer dentro ;) ) e una maglietta con scritto sopra NERD!! WOW, il sogno di ognuno di voi, no? ;)


Ora devo andare.. spero di potervi aggiornare presto.

ciao,
Grazia

lunedì 7 aprile 2008

1 anno!

Ciao caro blog, mi scuso per averti trascurato per ben due settimane.. proprio ora che festeggi il tuo primo anno di vita.. Che madre snaturata che sono!

Ma eccomi qui ad aggiornarti in piena notte. Si' e' l'una di notte.. ma io non riesco a dormire perche' sono sabato mattina sono tornata dagli States e sto subendo tutti gli effetti del jetlag.
Questa mattina il mio -solitamente impeccabile- orologio biologico mi ha fatto svegliare alle 3 del pomeriggio!! Quindi eccomi qui con un po' di tempo a disposizione per scrivere qualche riga.

Potrei parlarvi dell'America, ma lascero' la cosa per il prossimo post cosi' nel frattempo riesco a recuperare le foto fatte. Per ora posso dirvi che tutto e' andato veramente bene :).

Dedicherei quindi questo post al mio primo anno Dublinese.

Come sapete in questi 365 giorni ho cambiato 5 case (e sorpresa, sopresa a quanto pare presto dovro' accingermi a scegliere la sesta. Aggiornamenti nel prossimo post).
In queste 5 case ho convissuto con ben 18 persone diverse, per l'esattezza:
5 irlandesi, 5 francesi, 2 tedesche, 1 nord irlandese (sempre bene specificare :) ), 1 coreana, 1 argentina, 1 brasiliano, 1 ceco ed un'italiana.

Da ciascuno di loro ho imparato qualcosa e ricordo ognuno di loro perfettamente anche se in media ci ho convissuto per non piu' di un paio di mesi. Ora, e' come se avessi fratelli sparsi in giro per il mondo..
Convivere con qualcuno che proviene da un'altra nazione, o addirittura da un altro continente e' esperienza unica. Quello che ho potuto imparare e' che quando diverse culture si mescolano e si confrontano viene sempre fuori il meglio da ognuna di loro..
Quindi se siete ancora studenti, vi consiglio assolutamente di partire per un viaggio Erasmus.

Mi sento veramente fortunata a poter vivere questa esperienza e voglio veramente ringraziare tutti quelli che hanno partecipato alla cosa.
Voglio prima di tutti ringraziare Maurizio che mi ha veramente invogliata a fare questo passo (a sentire lui io sarei adirittura qui solo per merito suo :) ) e mi ha sostenuto ogni volta che mi sentivo triste e o malinconica (grazie, non lo dimentichero' mai!), i miei genitori che son sempre stati disponibili ad appogiare il mio piano, il mio piu' caro amico che partendo per l'estero prima di me mi ha dato il coraggio di imitarlo, il Direttore che con il suo blog ha reso Dublino la mia tappa di destinazione, Davide che mi ha dato i consigli base su come cominciare una vita a Dublino, Michele che mi ha aiutata a sentire meno la lontananza da casa portando un po' di Milano a Dublino (si' Miki, hai letto bene 'di Milano' :) ), grazie a tutti i blogger che con i loro constanti aggiornamenti/messaggi hanno costruito una rete di Italiani su cui fare affidamento in caso d'emergenza, grazie a tutti i miei amici che mi sono stati vicini scrivendomi mail o commentando il mio blog... e infine voglio ringraziare i miei cari colleghi irlandesi.. che non leggeranno mai questo blog.. ma vorrei tanto dire ad ognuno di loro che han veramente fatto parte della mia vita in questi ultimi mesi..anche come amici.. offrendomi compagnia, allegria e -perche' no- qualche volta rabbia.

Se non lo si fosse capito, sono veramente contenta di aver scelto l'irlanda come destinazione. Non e' di certo la nazione perfetta, ma io l'ho amata dal primo giorno... ho cercato di integrarmi il piu' possibile per godermela a pieno. Ho cercato di farla mia, di non contestre sempre ogni cosa diversa che mi si presentasse diversa davanti agli occhi, ma di vederne il lato positivo (scarsa igiene a parte :D ).
Amo gli irlandesi, si sono sempre dimostrati disponibili ad aiutarmi e mai (e dico mai!) nessuno di loro mi ha fatto pesare il fatto di non poter sempre parlare/capire propriamente la loro lingua e mai nessuno mi ha fatto neanche notare la mia condizione di immigrata (ed immigrata lo sono a tutti gli effetti).

..Quando un giorno lascero' questo posto una parte del mio cuore rimarra' qui in mezzo a queste colline verdi che sempre rimarranno impresse nella mia memoria.
Si, questa e' una dichiarazione d'amore: IRLANDA I LOVE YOU.

Ora e' giunta l'ora di andare a dormire.

Prima pero' vorei farvi notare che gli aggiornamenti del mio blog recentemente sono calati in quantita'. Questa e' una normale conseguenza: dopo n mesi passati in un posto le cose interessanti da racconare diminuiscono.
Non sto pensando di chiuderlo perche' sento ancora la voglia di raccontare.. e -perche' no- di poter aiutare qualcuno a prendere la decisione giusta.
Volevo solo dirvi che gli aggiornamenti saranno, come di recente, non piu' di 3 o 4 al mese.

A presto,
Grazia

sabato 22 marzo 2008

si, sono ancora viva

Scusate le settimane d'assenza, sembrano passati anni (o ages come direbbero da queste parti) dall'ultima volta che vi ho scritto.

La prima notizia che devo assolutamente darvi e': "si': sono riuscita a procurarmi il passaporto" e "si'! Parto per l'America. Fine settimana prossimo per la precisione!". I am very happy! :)

Per ottenere il passaporto sono dovuta tornare a Milano.. e da li.. sono riuscita ad ottenerlo nel giro di un paio d'ore. Miracolo, no? :)

Vi racconto la vicenda. A Dublino l'ambasciata, dopo avermi accolto in un modo pessimo, mi ha dato le seguenti informazioni:

1- non posso richiedere il passaporto da qui perche' non sono residente in Irlanda (che sembra una cacchiata enorme visto che sul loro sito e' scritto esplicitamente il contrario, ed anche la polizia in Italia mi ha confermato che avrebbero potuto inziato la procedura da qui richiedendo un nulla osta. Burocrazia itlaia: non si smentisce mai!)
2- quando ho chiesto di spostare la residenza hanno cominciato a fare storie.. dicendo che se non ero sicura quasi al 100% di rimanere qui a lungo (cosa di cui non sono a fatto sicura) non mi conveniva spostarla perche': in Italia avrei perso cose come la mutua, sarebbe stato difficile spostare di nuovo la residenza indietro, e blah blah
3- infine mi han detto che il modo migliore era tornare in Italia e richiederlo da li'.

Inutile dire che non ho lasciato quel posto senza aver esasperato un po' tutti. Credo di aver parlato con 5 diverse persone, ma tutte mi han ripetuto le stesse cose.
Non mi e' rimasto che tentare la carta Italia. Per fortuna avevo casualmente un volo prenotato per Milano per il week-end successivo e per fortuna Milano ha un ufficio passaporti "d'emergenza". Da li' sono riuscita ad ottenerlo in un paio d'ore, ma devo ammettere che e' stata un'ardua impresa. Ho dovuto fare 4 code diverse, spiegare e rispiegare la situazione a persone diverse. Dimostrare il mio viaggio imminente con tanto di biglietto, supplicare,... ma alla fine e' qui tra le mie mani!!! :) :)

La cosa carina e' che mi trovero' in America giusto un anno dopo esser arrivata a Dublino. Un bel modo di festeggiare l'anniversario direi :)

Il week-end scorso invece si e' svolta la festa di S.Patrick.
S.Patrick e' il patron di Irlanda e viene festeggiato ogni 17 Marzo.
La cosa e' molto sentita, o sicuramente lo era in passato, infatti quasi ogni irlandese ha come secondo nome Patrick e non a caso gli Irish fuori dal loro paese vengono nominati Paddy (che e' il diminutivo di Patrick).

La festa consiste in grandi parate sparse per il paese e con le citta' invase di gente vestita di verde (colore simbolo d'Irlanda).
Io ho partecipato alla parata Dublinese con tanto di cappello verde da vikinga. :D
Io mi aspettavo ubriaconi e litri di birra, ma per fortuna cosi' non e' stato.
La citta' era invasa di famiglie, con bimbi sulle spalle dei papa' per osservare i carri passare. Probabilmente la versione alcolica della festa s'e' consumata durante la notte dalle parti di Temple bar, ma io me la sono persa.

La parata e' stata veramente piacevole, peccato solo che sono dovuta stare quasi tutto il tempo in punta di piedi a causa della folla (che comunque non era per nulla opprimente). Un gran punto a favore e' stato il tempo che sfoderando un sole piacevole ha fatto registrare un insolito S.Patrick day senza pioggia.

Con la mia videocamera (che mi sono portata dall'Italia recentemente) e ripreso un po' la giornata in modo di avere un po' di scene che faranno parte del mio video su Dublino che un giorno faro'.

Ora, prima di salutarvi, voglio farvi vedere una delle foto che riuscita a scattare dalla collina che sta proprio di fronte a casa mia. Ebbene si' sono riuscita a salirci ed e' stato bello vedere Dublino dall'alto (in particolare Tallaght e relativi sobborghi). Eccola qui:



Casa mia sta esattamente nel centro, ma non e' riconoscibile data la distanza.

Per oggi e' tutto,
Notte,
Grazia

mercoledì 5 marzo 2008

Grazia va in America -forse-

Non mi sono dimenticata di voi! Eccomi qui.

Per prima cosa devo darmi una grande notizia: a quanto pare (e' sicuro al 90%) mi mandano in America per una settimana! yeah! ;)
Peccato che io non abbia un passaporto e questo mi sta provocando dei fastidi..
ma vi rimando al prossimo post gli aggiornamenti del match "Grazia va in America VS burocrazia Italiana" con annessi consigli su come ottenere (o cercare di ottenere) un passaporto dall'estero.

Ogni volta che dico ad un irlandese che non ho un passaporto.. questo mi guarda stranito e mi poi mi chiede cose tipo: "e come ci sei venuta in Irlanda? Con la tessera della biblioteca?!". Per loro e' normale avere un passaporto perche' a quanto pare non hanno una carta d'identita'.. quindi ogni volta devo spiegare loro l'esistenza della nostra!!

Novita' lavorative non ne ho molte. Il mio capo mi ha detto che tra un paio di settimane avra' il budget per l'anno prossimo e che se avra' la disponibilita' a lui piacerebbe tenermi a tempo indeterminato. Io gli ho detto.. certo.. ma se mi fai programmare. Lui mi ha detto "oh, yeah!".. e ha cominciato a dire cose tipo 'potresti fare qualche corso di java nel frattempo visto che non hai esperienze in java.' Io gli ho risposto che di corsi credo di averne fatti abbastanza... e cosi' mi sono autoassegnata un progetto con il suo consenso, da sviluppare nel tempo libero. Lui mi ha anche dato un mentor a cui fare affidamento: il migliore del nostro gruppo.. Peccato che di tempo libero non ne abbia cosi' tanto..

Comunque gli ho gia' dato anche un nome al mio progetto: BOB. E' fantastico, e' l'acronimo di quello che fa. Non so se amo di piu' il progetto o piu' il nome che gli ho dato. :P. Purtroppo non vi posso dire di che si tratta.. se no mi rubate l'idea ;) :P.

Ora vediamo alle notizie piu' assurde. Mi vantavo con tutti quelli in possesso di un I-phone che il mio vecchio Nokia aveva una proprieta' unica: poter sopravvivere dopo essere scaraventato a terra. Peccato che Venerdi' ho trovato il modo di far fuori anche lui: mi e' caduto dal divano ed e' andato a finire esattamente dentro la tazza del te'!! Morto! :( Da quel momento l'ho soprannominato T-mobile ;) :D

Ed ora prima di salutarvi vi voglio rendere partecipi di uno scandalo televisivo. Io credevo che la DeFilippi avesse rastrellato tutto il peggio di quello che si possa vedere in TV. Invece no, mi sono dovuta ricredere quando Sabato ho visto il Jerry Springer Show. Non riuscivo a credere ai miei occhi quanto diseducativo potesse essere. Praticamente ci sono delle coppie in centro al palco.. che parlano perche' uno dei due ha tradito l'altro.. poi invitano l'amante.. e li scoppiano le risse: gente che si tira i capelli, che si dice parolacce.. e il presentatore li immobile a guardare intanto che dei tizi -tipo buttafuori- cercano di fermare la rissa. Come se queste cose fossero all'ordine del giorno, giusticate e/o giustificabili. E poi mi chiedevo.. questo e' un programma Americano.. come e' possibile che una rete irlandese, o inglese che sia, paghi per far vedere sta robaccia???

Eccovi un video preso a caso da youtube per farvi capire il genere.


Buona notte a tutti,
Grazia

giovedì 21 febbraio 2008

video & foto

Eccomi qui con foto & video che sono finalmente riuscita ad importare sul pc.

Questo e' il video dell'inno nazionale che ho filmato durante la partita del 6 nazioni il 2 Feb. (no! La voce della tipa che canta non e' mia. Assolutamente no!! :D)


Questo e' il Croke Park da fuori:


Questo da detro:
- appena arrivata (quando ancora credevo possibile poter ottenere un posto tutto per me):


- durante la stretta di mano con Mary McAleese: la presidentessa della repubblica (si, qui in Irlanda hanno una presidentA donna :) ). Notare il magnifico maxi schermo che permetteva di non perdersi nulla durante la partita


Queste invece un paio di foto che ho fatto sulle Wicklow:




Invece le foto delle amiche coinquiline ho deciso di non pubblicarle.. per ragioni di privacy. Magari poi cambio idea.
Devo sempre ancora pensare alla famosa cena promessa ai Dublinesi. Siete in coda dopo i colleghi.. che ancora attendono da settimane (mesi?) che mi venga la voglia di organizzare..

Ora vi saluto..
A presto,

Grazia

martedì 12 febbraio 2008

pensieri & irish mountain

Il tempo trascorre e presto si avvicenera' la scadenza del mio contratto. Questa e' la data che negli ultimi mesi ha rappresentato nella mia mente il punto di svolta.
A tutti quelli che mi chiedevano e tuttora mi chiedono quando tornero' in Italia.. rispondo 'molto probabilmente a Giugno'.

Lo so Giugno non e' poi cosi' vicino, ma so bene che questi 4 mesi passeranno in un soffio ed io mi ritrovero' a dover prendere una decisione. Probabilmente mi offriranno di rimanere... ma a che condizioni?
Il punto e' che io ho una gran voglia di finire l'universita'.. in questa posizione mi sento sempre incompleta... e allo stesso tempo so che tornare in Italia sara' un grande trauma dopo aver passato 15 mesi in questo mondo parallelo.

Questi sono i pensieri che riempiono la mia mente in questi giorni. Se almeno fossero chiari nel comunicarmi cosa mi vogliono offrire dopo, almeno mi farei un'idea precisa di quello accadra'. Ma vedremo..

Per il resto posso raccontarvi di aver avuto un week-end molto irish.. nel senso che l'ho trascorso in compagnia di irlandesi.
Sabato sera sono andata a cena con 3 ragazze (3 sorelle) irlandesi conosciute grazie al Maury. Invece Domenica sono andata ad Avoca: un paesino sulle wicklow mountain. Sono andata li in compagnia dei miei colleghi. Sfortunatamente il lettore di compact flash non mi e' ancora arrivato quindi niente foto per il momento.
Il bello non e' stato tanto il paesino di per se.. ma il viaggio fatto per arrivarci. Abbiamo attraversato le Wicklow (il sally gap all'andata e il wicklow gap al ritorno: io facevo da navigatore satellitare :) ).. e il paesaggio intorno era incantevole. Verde ovunque, massi, ruscelli, laghetti.. assolutamente nessuna casa e raramente qualche altra macchina.. sembrava di essere in un deserto verde.
Un verde che per qualche tratto e' sparito lasciando posto a degli spiazzi infiniti color oro..

A presto quindi per le foto (peccato non aver avuto la mia canon 300d con me!! ) :)

Devo anche mostrarvi la foto che ho fatto a coinquiline e relative amiche.
Domenica sera quando sono tornata a casa mi sono ritrovata 7 ragazze in fase infighettamento per uscire la sera. Scene uniche che ricordero' per sempre. La scena madre e' stata questa: quasi tutte in living room bevendo vodka prima e birra dopo.. ed io a bere latte prima e tea dopo :)
Comunque confermo: escono di casa che sono gia' belle ubriache. Grandiose :).

Notte
Grazia