mercoledì 5 marzo 2008

Grazia va in America -forse-

Non mi sono dimenticata di voi! Eccomi qui.

Per prima cosa devo darmi una grande notizia: a quanto pare (e' sicuro al 90%) mi mandano in America per una settimana! yeah! ;)
Peccato che io non abbia un passaporto e questo mi sta provocando dei fastidi..
ma vi rimando al prossimo post gli aggiornamenti del match "Grazia va in America VS burocrazia Italiana" con annessi consigli su come ottenere (o cercare di ottenere) un passaporto dall'estero.

Ogni volta che dico ad un irlandese che non ho un passaporto.. questo mi guarda stranito e mi poi mi chiede cose tipo: "e come ci sei venuta in Irlanda? Con la tessera della biblioteca?!". Per loro e' normale avere un passaporto perche' a quanto pare non hanno una carta d'identita'.. quindi ogni volta devo spiegare loro l'esistenza della nostra!!

Novita' lavorative non ne ho molte. Il mio capo mi ha detto che tra un paio di settimane avra' il budget per l'anno prossimo e che se avra' la disponibilita' a lui piacerebbe tenermi a tempo indeterminato. Io gli ho detto.. certo.. ma se mi fai programmare. Lui mi ha detto "oh, yeah!".. e ha cominciato a dire cose tipo 'potresti fare qualche corso di java nel frattempo visto che non hai esperienze in java.' Io gli ho risposto che di corsi credo di averne fatti abbastanza... e cosi' mi sono autoassegnata un progetto con il suo consenso, da sviluppare nel tempo libero. Lui mi ha anche dato un mentor a cui fare affidamento: il migliore del nostro gruppo.. Peccato che di tempo libero non ne abbia cosi' tanto..

Comunque gli ho gia' dato anche un nome al mio progetto: BOB. E' fantastico, e' l'acronimo di quello che fa. Non so se amo di piu' il progetto o piu' il nome che gli ho dato. :P. Purtroppo non vi posso dire di che si tratta.. se no mi rubate l'idea ;) :P.

Ora vediamo alle notizie piu' assurde. Mi vantavo con tutti quelli in possesso di un I-phone che il mio vecchio Nokia aveva una proprieta' unica: poter sopravvivere dopo essere scaraventato a terra. Peccato che Venerdi' ho trovato il modo di far fuori anche lui: mi e' caduto dal divano ed e' andato a finire esattamente dentro la tazza del te'!! Morto! :( Da quel momento l'ho soprannominato T-mobile ;) :D

Ed ora prima di salutarvi vi voglio rendere partecipi di uno scandalo televisivo. Io credevo che la DeFilippi avesse rastrellato tutto il peggio di quello che si possa vedere in TV. Invece no, mi sono dovuta ricredere quando Sabato ho visto il Jerry Springer Show. Non riuscivo a credere ai miei occhi quanto diseducativo potesse essere. Praticamente ci sono delle coppie in centro al palco.. che parlano perche' uno dei due ha tradito l'altro.. poi invitano l'amante.. e li scoppiano le risse: gente che si tira i capelli, che si dice parolacce.. e il presentatore li immobile a guardare intanto che dei tizi -tipo buttafuori- cercano di fermare la rissa. Come se queste cose fossero all'ordine del giorno, giusticate e/o giustificabili. E poi mi chiedevo.. questo e' un programma Americano.. come e' possibile che una rete irlandese, o inglese che sia, paghi per far vedere sta robaccia???

Eccovi un video preso a caso da youtube per farvi capire il genere.


Buona notte a tutti,
Grazia

14 commenti:

andima ha detto...

voglio venire pure io in americaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :-)

pallotron ha detto...

che schifo!

Lui mi ha anche dato un mentor a cui fare affidamento: il migliore del nostro gruppo.. Peccato che di tempo libero non ne abbia cosi' tanto..

ma questo E' SEMPRE COSI'! :D

kelvin ha detto...

quel programma tv è molto famoso in U.S.A..
mi è capitato di intravederlo almeno un paio di volte in alcuni film o telefilm americani. comunque prima o poi arriva anche in italia, tranquilla.

Giovanni ha detto...

Ho sentito dire che java non sarà molto utile quando ti troverai davanti a Diego nel giorno del giudizio :D

Cmq complimenti!!

Anonimo ha detto...

Prendi appuntamento con il consolato italiano a Dublino e fatti fare il passaporto.

Ci dovresti mettere 4-5 ore in tutto.

Grazia ha detto...

ciao anonimo, la verita' e' distante anni luce da quanto hai scritto (almeno per quanto mi riguarda)

Raccontero' le mie disaventure con il consolato nel prossimo post.

Puntino ha detto...

E' sempre un piacere leggerti !
quella del T-mobile mi piace troppo !
in bocca al lupo per il passaporto, a dire la verità anche il mio penfriend americano mi ha detto perchè noi non ci facciamo il passapporto... a questo punto sono curioso gli altri europei hanno un passaporto (aside from Ireland)?!
Ciao

barbylucedistelle ha detto...

ciao cara, quindi che fai, resti a dub?

Fabio Corazza ha detto...

Quando c'ero io a Dublino l'ambasciata locale non aveva la possibilita' di emettere passaporti machine-readable, che e' quello che ti serve per gli USA se vuoi andare senza visto (VISA waiver program).

Quindi le opzioni sono due:

- Ti rechi in Italia e richiedi il passaporto, poi deleghi un parente/amico al ritiro e te lo fai spedire per raccomandata assicurata
- Chiedi all'ambasciata di fartene emettere uno NON machine readable e chiedi un visto all'ambasciata USA
- Non so se possibile, ma puoi richiedere tramite il consolato il passaporto machine readable alla questura italian di appartenenza, ma i tempi sono veramente lunghi.

antonio ha detto...

fabio adesso li fanno col chip, sono ok

aquilablu ha detto...

Non dimentichiamo che l'ambasciata e' in tutti i sensi un piccolo pezzo di Italia, quindi...in bocca al lupo.
Per quanto riguarda la tv spazzatura mi sembrava facesse gia' pittosto pena senza che importassero altra immondizia.
Sono mesi che non accendiamo la tv e settimana scorsa abbiamo disdetto l'NTL ;-)

Zax (Andrea) ha detto...

ciao,
sono finito nel tuo blog (passando per punto informatico) per leggere della tua esperienza all'estero, e sono finito a guardarmi i video di quella trasmissione :-). Comunque poi ho anche letto un po' di post vecchi, una bella avventura la tua, complimenti ! e auguri per il passaporto :-)

Andrea

Anonimo ha detto...

Avresti potuto metterea a bagno il t-mobile in alcool denaturato, asciugarlo con il phoon, quindi rimetterlo a bagno nuovamente nell'alcool e riasciugarlo. A questo punto riattaccare la batteria e goderto il tuo ex(T-)mobile, perfettamente funzionante.

Grazia ha detto...

@Barby: I don't know..
@aquilablu: esattamente!!
@Zax (Andrea): grazie per i complimenti.. mi chiedevo dove esattamente avessi trovato il link al mio blog
@Anonimo:grazie per il consiglio.. avevo trovato le stesse info su internet... infatti quello dell`alcool sara` il prossimo passo che provero` prima di dichiarare la morte definitiva del T-mobile. see ya ;)