martedì 18 dicembre 2007

la valigia e' pronta

..vi aggiorno intanto che aspetto che la lavatrice finisca.
La mia valigia giallina tanto carina e' pronta a farsi un altro viaggietto. Ho cercato di riempirla meno possibile.. ma non sara' certo cosi' facile trasportarla.

Domani mattina mi faccio mezza giornata a lavoro (in realta' 3 ore.. meno le pause colazione/tea).. e poi parto: direzione aeroporto. Ho l'aereo alle 5, quindi dovrei essere da quelle parti circa alle 8 (ore Italiane).
Mi aspettano 10 giorni d'Italia..
..non e' che senta molto l'emozione.. visto che tutte le sensazioni sono soffocate dall'ansia pre-esame. Infatti Venerdi' ho questo benedetto esame, non sono per niente positiva.. ma vediamo ;/ Non e' per nulla facile lavorare 8 ore (o 9,10..), studiare inglese e studiare anche per un esame universitario (il tutto a Dublino.. con la gente che ti chiede di uscire ogni sera!).
Nonostante questo, oggi pomeriggio, dopo aver stampato i biglietti per l'aereo.. ho fatto il giro dell'ufficio mostrandoli a tutti per la contentezza!!! :P

Sabato sera scorso c'e' stato il Christmas party della mia azienda. Serata piacevole.. cibo ok. Tutto gratis ovviamente. Il mio tavolo era il migliore. L'abbiamo soprannominato le 'nazioni unite'. Eravamo in 8: una coppia italiana, un francese, un polacco, una di Bali, un cinese e un irlandese (che in realta' e' nato in America).. quindi potevamo identificarci come il tavolo dei non irish. Tutti con piu' o meno la mia eta'.. quindi si e' riso.. e si e' riso!

Io mi sono ritrovata con 7/8 voucher free drinks che ho distribuito in giro. Primo su tutti al mio capo che, come ogni volta che e' brillo, ha cominciato a chiedermi inforazioni sui Soprano's e sul padrino. Questa volta, in maniera sarcastica, ho dovuto chiedergli se sapesse che questa gente non esiste veramente.. mi chiedo se l'ha capito che m'ha annoiato chiedendomi di sti film/telefilm!! :/

Ora vi saluto che la lavatrice ha finito. Milano: arriivvvvooooo

giovedì 13 dicembre 2007

tea time & porridge breakfast

Le cose che piu' mi mancheranno quando lascero' Dublino (se mai la lascero' :P) saranno la colazione con il porridge e le pause te'. Ormai sono dei must.


Ogni mattina, arrivata a lavoro, non posso cominciare la mia giornata senza la mia porzione di porridge e latte. Qualcosa come nell'immagine qui di fianco.
Alla visione non e' molto invitante, ma per e' diventato come una droga. La cosa assurda e' che anche i miei colleghi irlandesi mi chiedono come faccia a mangiare 'quella roba'. Ah, non capiscono niente: e' sublime!!!

Veniamo invece alle pause te': ogni giono alle 11 e alle 15.30, cascasse il mondo, ci si alza e si va a fare la pausa te'. Ormai mi sono bevuta ogni sorta di te' immaginabile (breakfast, decafeinnato, menta, verde, al limone, alla camomilla,..) e sempre con l'aggiunta di un po' di latte!

Queste pause le faccio con 3/4 persone fisse e poi -tipicamente- alle conversazioni si aggiunge chiunque passi dalla caffetteria in quell'arco di tempo. E' bello poter finalmente fare conversazione con degli irlandesi dopo oltre 6 mesi di incomprensione totale. Certo a volte, soprattutto quando parlano tra di loro, mi perdo completamente.. ma mica posso capire sempre tutto, no? :P

Ora prima di salutarvi, lancio un appello alle mie conoscenze: qualcuno di voi riesce a procurarmi un biglietto per la partita di rugby del sei nazioni irlanda-Italia al Crock Park di inizio febbraio? Ho chiesto a chiunque a lavoro, anche alle persone *piu' influenti*, ma a quanto pare sembra di chiedere la luna!!! :(.
Qualcuno tra i miei lettori riesce a darmi qualche dritta?

Ciao,
Grazia.

ps. mi fa piacere notare che a Milano fa piu' freddo che qui a Dublino... infatti posso ancora permettermi di andare a lavoro in bici senza arrivare come un cubetto di ghiaccio ;)

domenica 9 dicembre 2007

non c'era nessuno.. e si scapperava

Non c'era nessuno...
..ma allora c'era qualcuno!?
Ho sempre trovato questa espressione molto ambigua. Quando ero piccola mi chiedevo perche' la doppia negazione non si annullasse.. cioe' perche' con la frase: 'NON c'era NESSUNO' intendiamo la stessa cosa di 'NON c'era QUALCUNO'. Ho sempre creduto di essere io l'anomala.. ma l'altro giorno mi sono resa conto che in Inglese e' diverso.. e la doppia negazione si annulla!! Yeah!!!
Me l'ha fatto notare il mio insegnante di inglese settimana scorsa.. io stavo dicendo qualcosa del tipo 'There wasn't nobody'.. che a quanto pare significa che qualcuno c'era :P

Ora vi chiederete cosa c'entra questo con la seconda parte del titolo del post: '.. e si scapperava'. Ora vi spiego.
Giovedi' durante la nostra quotidiana riunione delle 15.00 eravamo in teleconferenza con il nostro System Architect che per questa settimana e' in America. Gli poniamo un paio di domande, ma vediamo che non ci risponde.. ma che anzi comincia a scapperarsi!!! Immaginatevi questo tipo in primo piano su un televisore 50 pollici che si scappera.. E' stata una scena esilarante... il mio capo ha cominciato a chiamarlo chiedendogli di non mettersi le mani nel naso.. fino a che ci siamo resi conto che lui non aveva acceso il televisore ed era quindi totalmente ignaro della nostra presenza!! LOL!!

Io ero letteralmente piegata in 2 dalle risate.. si sentivano frasi del tipo:'Ma che schifo!' oppure, 'Ed ora che fa? no.... dove l'attacca??', ...
Tutto questo perche' li' NON C'ERA NESSUNO, e probabilmente neanche lui sapeva che la doppia negazione si annulla! :D :D

Prima di salutarvi vi aggiorno sulle condizioni atmosferiche Dublinesi: in questi giorni diluvia e c'e' un vento assurdo!!! Ieri mentre ero su O'Connell Bridge ero convinta di stare per spiccare il volo.

Eccovi una foto di Dublino in versione Natalizia (sempre e comunque strapiena di gente):



baci,
Grazia

martedì 4 dicembre 2007

controvento

Qui a Dublino non si sono ancora scatenati gli acquazzoni interminabili, ma in compenso il vento ha cominciato a soffiare... Lo sento qui che bussa alla mia finestra nostante abbia la musica ad alto volume..
Sia oggi che ieri, quando sono uscita da lavoro, me lo sono ritrovata che soffiava in direzione apposta alla mia e arrivare a casa con la mia biciclettina non e' stato facilissimo, soprattutto contando che l'ultimo pezzo e' in salita: mi sembrava di star partecipando ad una tappa del giro d'Irlanda... :D

Passiamo al torneo di calcetto. Le mie previsioni si sono dimostrate completamente errate! Io e il mio compagno di squadra ci possiamo definire come una ferrarri che ha quattro ruote, ma tutte nella parte posteriore della macchina.. e quindi non andiamo da nessuna parte, ma anzi, rischiamo di essere gli ultimi del nostro girone!
Domani ci sara' l'ultima partita del girone e faro' di tutto per non conquistare il cucchiaio di legno!

Una scena carina del torneo e' stata durante la mia prima partita. Stavo giocando contro un tipo che impreca ogni secondo.. e ad un certo punto, dopo che ho quasi fatto goal, esclama un 'bitch!'. Al che cala un silenzio globale perche' sembrava l'avesse detto a me.. io lo guardo.. e lui mi dice: 'No! No! Non tu, la pallina!'E tutti siamo scoppiati a ridere :D. Non sono proprio abituati a giocare con delle ragazzE :).

Comunque la cosa positiva di questo torneo (ne devo trovare qualcuna visto che il risultato di per se non e' dalla mia parte) e' che ora quasi tutti sanno il mio nome (nonostante io non sappia il loro), e, a volte, ragazzi che a malapena conosco vengono a scovarmi alla mia scrivania per chiedermi di fare qualche partita. Io ovviamente non rifiuto mai. :D

Ora torno ai miei studi... l'esame si avvicina.
Prima di salutarvi vi posto il video tratto da un episodio di 'Father Ted', una serie televisiva comica irlandese molto molto famosa da queste parti, che ha come protagonista un prete.

Ieri ne ho vista una puntata (su RTE2) e' l'ho trovata carina (certo, non si puo' neanche accennare ad un confronto con i Monty Phyton ;) )



Saluti,
Gra