mercoledì 28 novembre 2007

jackass e monty phyton

Ogni Mercoledi', da settimana scorsa, nella mia azienda si svolge, nell'ora di pranzo, il Jackass.
Che cos'e'? Anche io la prima volta che l'ho sentito nominare son caduta dal pero. E' un programma che e' stato trasmesso su MTV qualche anno fa e se non ho capito male ci han fatto anche qualche film.
Il protagonista e' uno psicopatico a cui piace sperimentare tutte le cose piu' assurde al mondo. Guardatevi un esempio:



Il genere non mi piace proprio. Anzi lo trovo particolarmente stupido. Ma fatto sta che hanno diviso l'intera azienda in 7 gruppi ed ogni settimana 3 persone di ogni gruppo devono partecipare alle sfide. Tutto questo per beneficienza, cioe' il gruppo che alla fine vincera' decidera' a quale associazione dare i soldi in palio.

Da qui a Natale tocchera' praticamente a tutti dover partecipare, quindi questa settimana mi sono 'autocandidata' perche' le prove non sembravano cosi' tremente.
In particolare ho dovuto mangiare, il piu' velocemente possibile, delle schifezze (ovvero cetrioli ricoperti di cioccolato, un frutto della passione ricoperto di chilly,... ed una bevanda dal contenuto e dal sapore indefinibile!!!).
Non e' stato poi cosi' male.. ovviamente non ho vinto: io sono la regina della lentezza quando si mangia.. ma e' stato uno spettacolo vedere gli altri mangiare avidamente quella roba con le mani.

Che altro raccontarvi? Ormai la sera, prima di andare a dormire, passo almeno una mezzoretta su youtube girovagando tra video vari, tutti rigorosamente in inglese. Questo perche' la mia comprensione dell' inglese e' discretamente miglirata e trovo sia una cosa unica potersi godere la quantita' di informazioni/intrattenimento che youtube offre (for free).
Ad esempio, questa settimana ho scoperto i Monty Python.. un gruppo comico che andava di moda sulla BBC negli anni '70.
La loro comicita' e' veramente particolare ed io gia' li amo.

Vi posto qui un breve video di esempio per farvi capire il tipo di humor:



Che vi sembra?

Ciao,
Grazia

ps. tra i commenti nel post precedente ho messo qualche informazione sui mezzi pubblici di Dublino. Questo e' il link: Bus a Dublino (se a qualcuno dovesse interessare).

mercoledì 21 novembre 2007

controllori

Devo dare a tutti i Dubliners che mi leggono questa notizia:
sabato scorso, dopo 7 mesi di mezzi di trasporti, ho trovato un controllore su un autobus, un vero e proprio controllore! Incredibile!

Per chi non lo sapesse, a Dublino non si comprano i biglietti per l'autobus (se non quelli speciali tipo biglietto per 24ore o per 7giorni, ..), ma si paga ogni volta all'entrata dell'autobus dicendo all'autista la propria destinazione o depositando direttamente la cifra nell'aggeggio conta (?) monete (perche' non si puo' pagare con i soldi in carta!). Capirete la comodita' e la scioltezza che si nasconde dietro questa procedura.. ma questo e' anche un modo per evitare che la gente salga con biglietti multitibrati o non pagando proprio.

Fatto sta che c'e' sempre un modo per fregarli, ad esempio dichiarando una destinazione piuttosto che un'altra.. ed ecco apparire questi controllori probabilmente per arginare la cosa.

Ora voglio segnalarvi il secondo numero della rubrica sui modi di dire inglesi/irlandesi che sto imparando:

THE BRAND NEW COLUMN: #2

"touch wood": letteralmente si traduce in 'toccare legno', ed e' usato nello stesso modo in cui noi usiamo il 'toccare ferro' (per evitare la sfiga).
La prima volta che ho visto una mia collega fare gli scongiuri bussando sulla scrivania e dicevo questa frase.. volevo troppo ridere :D

Questa e' la foto della settimana: l'ho scattata dalla finestra di casa mia non molti giorni fa':



Per oggi e' tutto.

p.s. in questi giorni, nel tempo 'libero', sto studiando per un esame che dovrei dare a fine Dicembre e quindi, a meno che vogliate leggere post su Entropia e codici di Hufman, la frequenza degli aggiornamenti del blog non e' e non sara' altissima. Scusate per l'inconveniente ;).

Saluti,
Grazia

giovedì 15 novembre 2007

The foosball tournament

Oggi ci sono state le estrazioni per il torneo di foosball (calcio balilla) che si terra' settimana prossima nella mia azienda.

In totale siamo venti persone ed ovviamente io sono l'unica ragazza a partecipare..
Con queste venti persone vengono formate casualmente 10 squadre estraendo da urna i componenti di ciascuna. In realta' le urne erano due: una con i nomi di quelli che vogliono giocare con gli omini centro/avanti e una con quelli che vogliono giocare con gli omini in difesa.

Io sarei dovuta essere nell'urna dei difensori perche' quella e' la mia posizione preferita, ma siccome mancava una persona nell'altra urna mi sono offerta volontaria facendo la sborona: 'io gioco bene dietro, ma posso giocare avanti senza problemi' ;).

Io il mio compagno di squadra sara' un certo Alan: un ragazzo che non ho mai notato ai tavoli da calcetto, quindi le sue abilita' rimangono un'incognita.. Ma ci siamo messi d'accordo per fare un paio di partite domani per rodare il team.. :D

Non so bene valutare quante siano le possibilita' di vincere, ma c'e' da dire che i 2 migliori giocatori che c'erano in azienda si sono 'autolicenziati' settimana scorsa.. quindi.. vedremo! :D

Per molti partecipanti, soprattutto per i piu' anziani, il torneo e' una cosa seria (c'e' tanto di premio finale in soldi :D),] quindi, se dovesse capitare di vincere contro qualcuno di loro, ci sara' veramente da ridere nel vedere le loro faccie!

Cerco' di scattare qualche foto o fare qualche video e poi pubblicarlo qui sul blog, ma per il momento vi inserisco questa immagine che ho trovato in rete: un supertavolo da calcetto -MAGNIFICO! -

lunedì 12 novembre 2007

le dubliners

Leggendo i vari blog degli Italians in Ireland ho visto commenti di gente che si lamentava di non trovare abbastanza Irlanda nei nostri blog.
Allora mi sembra giunto il momento di 'sfoderare' il mio post sulle Irlandesi.. che in realta' ho deciso di restringere alle Dublinesi visto che le mie consiederazioni si basano solo su quello che ho visto qui in Dublin.

Inoltre va detto che quello che descrivero' e' quanto ho visto in questi mesi, e non si basa molto su rapporti interpersonali, visto che al momento non conosco abbastanza Irish girl per fare questo tipo di osservazioni. Quindi, probabilmente risultera' un post abbastanza superficiale, ma questo 'e quanto posso comunicarvi al momento ;)

Vediamo.. da dove cominciare?
La prima cosa che un italiano puo' notare e' il modo di vestire che hanno, infatti durante il giorno vestono in modo veramente basic: tuta in ciniglia, maglie che in Italia non trovi neanche al mercato e ballerine, nelle migliori delle ipotesi.. tanto che io, che di vestiti tipicamente poco mi curo, posso sembrare piu' elegante di loro. Si rifanno invece la sera, le puoi infatti vedere girare vestite in modo totalmente opposto: sembra infatti che stiano andando ad un matrimonio o al ballo delle debuttanti.

Durante il giorno comunque non si risparmiano con il make-up e la pettinatura. Sembrano sempre tutte appena uscite dal parrucchiere, secondo me qui la piastra per i capelli non e' un optional.. e' un must! Non ci crederete, ma piu' di una volta ho visto nei bagli di alcuni pub le piastre a gettoni, del tipo: inserisci n euro e stirati i capelli.. (sai casomai avessi preso un po' di umidita' durante il tragitto.. :D). Inoltre e' un'ardua impresa riuscire a trovare una teenager senza almeno 3 strati di trucco in viso.

Quindi ricapitolando: trucco, capello stirato e tuta di giorno.
Vestiti tirati di sera. Il punto e' che a volte questi vestiti piu' che tirati.. potrei definirli RItiriati. In che senso? Per spiegarmi meglio posso citare la frase di una mia amica francese: 'qui usano le cinture come mini-gonne'... non e' infatti difficile vederle girare con quasi ogni punto del corpo scoperto, nonostante le temperature non tropicali.

Altro punto cruciale: vanno spesso in giro a gruppi di sole ed esclusivamente donne, ticamente composti da: una stragnocca e altre n raggazze tutt'altro che gnocche. Certo i gusti sono soggettivi, ma invito gli italiani che vivono da queste parti ad esprimersi a proposito :).

Quindi fino ora vi ho descritto giorno e sera.. Veniamo alla notte, ovvero uscite dai vari pub: non e' difficile trovarle ubriache fradicie e se ti va bene puoi trovare qualcuna far pipi' per strada, ma questa e' piu un'usanza in cui i maschi detengono il primato (effetto scontato contanto le quantita' industriali di birra ingerite).

Quando questa estate abitavo in centro, ogni volta che uscivo di sera, al rientro beccavo sempre qualcuna ribaltata per terra..
Una volta ho visto una scena da paperissima (peccato non aver avuto una videocamera!): ero in una delle vie principali di Dublino (Grafton street), era mezzanotte, c'erano 2 ragazze completamente ubriache che continuavano a ridere come oche.. Una delle due comincia a correre con la sua minigonna ascellare per andare incontro ad un taxi... e splash alla prima pozzanghera fa un volo da record.. e subito dopo.. si ritrova completamente fradicia (un'oca nel suo laghetto per l'appunto :D).

Qui l'alcool si puo' definire un problema sociale, anche per le ragazze, tanto che, fino a un paio di mesi fa, girava sulla TV pubblica questo spot:


Probabilmente non ho fatto una gran bella pubblicita' a queste Dublinesi, ma c'e' sempre tempo per conoscerle meglio.. e cambiare idea..

Mi permetto di concludere dicendo che questo vuole essere un insieme di peculiarita' notate per le strade di Dublino.. ma non una generalizzazione.. Ovviamente le Dublinesi non saranno tutte cosi'.

Sentitevi liberi di dire anche la vostra.. o di aggiungere quanto vi pare.

A presto.
Grazia

martedì 6 novembre 2007

QA and GP

Prima di tutto volevo ricordare ai piu' distratti, visto che diverse persone me l'hanno chiesto, il significato di Q.A.: Quality Assurance. Cioe' mi occupo di assicurare la qualita' del prodotto :D.

Passiamo ad un altro acronimo: G.P., che non significa Gran Prix, ma bensi' General practitioner.. ovvero dottore/medico.
Qui -ovviamente- non esiste la mutua, e se vuoi andare da un dottore devi trovarti uno di questi GP sparsi in giro per Dublino (non ho ancora capito se esita un elenco generale) e sborsare dai 40 euro in su!
In questi mesi mi e' capitato di aver bisogno di un medicinale (il buscopan in particolare) che in Italia viene rilasciato in farmacia senza bisogni di ricetta, ma che qui richiede -ovviamente- una prescrizione. Cosi', secondo loro, avrei dovuto andare da uno di questi General Partictioner e sborsare 40 euro per farmi fare una ricetta: certo!! Chiaramente mi sono fatta portare 2 pacchi di buscopan dall'Italia e con questi dovrei essere a posto per il resto della mia permanenza :p.

Per il resto fino ad ora non ho avuto l'onore di andare da uno di questi fantomatici GP, ma probabilmente presto dovro' contattarne uno perche' la societa' per cui lavoro me l'ha chiesto. vedremo :).

Ora, prima di salutarvi, vi posto questo fantastico video con l'intro della prima puntata della 19-sima stagione dei simpson (per capirci: quella successiva al 'The Simpson's Movie'):



Notte,
Grazia

giovedì 1 novembre 2007

Redundancy

Non avevo mai sentito parlare di Redundancy prima. Da quanto ho appena visto accadere in azienda la definirei cosi': un modo per rendere la gente felice di essere licenziata.

Probabilmente questo tipo di licenziamento avviene anche in Italia, ma non so se allo stesso modo. Quello che accade e' questo: una societa' ha bisogno di ridurre il personale e invece di prendere e mandare a casa chi gli gira, chiede ai dipendenti di autoproporsi. La prima volta che me l'hanno descritto mi e' sembrato folle, ma perche' mi mancava la parte finale: si fanno lincenziare in cambio di n mensilita' (e si parla di mensilita' irlandesi che non sono di certo quelle italiane :P).

Morale della storia? Questa mattina ho visto 2 miei colleghi QA con un sorriso a 90 denti. Si', di noi 4 QA nel mio team 2 se ne vanno a fine settimana prossima. E' incredibile che tra le 10 persone che potevano scegliere in tutta la compagnia ne abbiamo scelte addirittura 2 nel mio sottoteam!

La cosa mi ha un po' scossa.. Mi spiace dover perdere i miei colleghi perche' mi ci ero affezzionata (anche dopo soli 4 mesi!). Uno di loro in particolare e' quello che mia aiutata ad 'orientarmi' la prima settimana che sono arrivata :(.

Lavorativamente parlando invece la situazione e' enigmatica: da un lato -purtroppo- il carico di lavoro aumentera' (anche se non moltissimo perche' nell'ultima settimana la mole di lavoro si e' finalmente assestata), dall' altro lato le mie responsabilita' aumenteranno esponenzialmente e saro' molto piu' esposta a qualsiasi avvenimento. Al momento sto prendendo la cosa in maniera positiva; infatti, solo oggi, ho imparato molto piu' che nelle ultime n settimane.

Inoltre sto cominciando veramente ad apprezzare il lavoro di QA che inizialmente avevo sottovalutato: e' incredibile quale visione di insieme ti possa dare su un medio/grande progetto. Cosa che difficilmente avviene se sei 'relegato' ad implementare una parte del tutto..

Vedremo nelle prossime settimane quanto le mie previsioni siano sensate.

Ora vi saluto...
..facedovi notare che neanche oggi non vi ho parlato delle Irish Girl.. e probabilmente mai lo faro'! Who knows? :P

Notte,
Grazia
ps. questa foto l'ho fatta ieri sera, mentre tornavo a casa con la mia biciclettina, ad uno degli edifici che ci sono qui nel Citywest: