venerdì 26 ottobre 2007

cena di lavoro -irlandese-

Mi scuso con tutti quelli che desideravano leggere un post sulle irish girl, ma sono costretta a rinviarlo a settimana prossima perche' ieri sera sono andata ad una cena di 'lavoro' con il mio team e la priorita' va immediatamente a questo aneddoto!

Innanzitutto va detto che con cena intendo: birra in un pub a mo' di aperitivo, birra nella hall del ristorante in attesa che il tavolo fosse pronto, la cena vera e prorpria, e birra post cena in disco-pub; quindi: alcol, alcol, alcol ed ancora alcol.

Io -ovviamente- sono stata ben attenta a non ubriacarmi perche' gia' in generale non mi piace bere troppo ne tanto meno mi picarebbe farlo a migliaia di chilomentri da casa. Sono comunque riuscita a raggiungere il limite della mia sobrieta' -che da quando sono qui a Dublino si e' alzato- bevendo un paio di pinte e un paio di bicchieri di vino durante il corso di tutta la serata; cioe' la stessa quantita' di alcol che i miei colleghi sono riusciti ad ingerire nel giro di un'ora!
Son quindi riusciuta a godermi la serata senza che le mie capacita' percettive fossero troppo compromesse..

Sono soddisfatta della serata perche' ho chiacchierato con gente del mio gruppo con cui tipicamente scambio solo qualche parola.
In totale saremmo stati circa 25 persone e oltre al mio team c'erano i capoccia dall'America: tra cui il capo del mio capo e il capo del capo del mio capo!
Durante la cena mi sono trovata casualmente seduta nel posto vicino a quest'ultimo e mi sono stupita perche' sono riuscita a conversare anche con lui: un tipo veramente easy-going.

Usciti dal ristorante, il mio team ha dimostrato tutta la sua anima Irish, ma non tanto i miei coetanei, ma i piu' anziani del gruppo: c'erano il mio capo e il system architect che erano ben oltre la soglia (sopratutto quest'ultimo). Gli americani erano invece completamente sobri e allibiti nel vedere certe scene: gente urlante che sparava cazz***e a manetta (ma sempre tutto nel limite della civilta'!).
Comunque e' stata tutta una situazione surreale difficilmente riproducibile in Italia.

Per farvi intuire la situazione a fine serata vi metto una foto con i due tipi in questione (ho offuscato le loro facce per ovvi motivi di privacy):


Alla fine di tutto sono tornata a casa in taxi con 2 colleghi che abitano non lontano da casa mia e all'una circa ero a beata dormiente nel letto. Beata perche' sapevo che oggi sarei potuta starmene a dormire quanto volevo perche' oltre alla cena ci hanno anche 'regalato' una giornata di vacanza che si unisce a lunedi prossimo, che e' festa qui in Irlanda (bank holiday), formando un lungo week-end di relax (e studio! :) ).

A presto cari.
Grazia

4 commenti:

Freddy ha detto...

Se ti chiedono se eri ubriaca rispondi di si', altrimenti poi si dispiacciono e pensano che non ti sei divertita.

Per quanto incredibile qui hanno queste due tare mentali per cui party=postodovesibeve e divertirsi=ubriacasi.

Giovini univesritari muscolosi ne hai trovati nel locale dove hai "cenato"? :)

Grazia ha detto...

Niente giovani universitari muscolosi, ma un branco di irlandesi (donne) -delle quali parlero' nel prossimo post- al tavolo di fronte..

Freddy ha detto...

Se ti servono foto, usa pure le mie... :)

Serpico ha detto...

però il termine "easy-going" sembra quasi un'offesa :D